Mal di schiena! Chi non ne ha mai sofferto, almeno una volta nella vita?

03-05-2019 | Schiena

La maggior parte degli adulti, ad un certo punto della loro vita, accusano dolori alla schiena.
La maggior parte del mal di schiena migliora senza la necessità di vedere un medico; l’attività delicata, non il riposo a letto, sembra di solito essere il miglior trattamento.

Il mal di schiena (dolore lombare) può essere causato da un problema ai muscoli, ai legamenti, ai dischi, alle articolazioni o ai nervi della colonna vertebrale.
Alcuni mal di schiena sono dovuti a seri problemi, ma la maggior parte dei dolori sono di natura “meccanica” e possono essere evitati utilizzando in modo corretto la colonna vertebrale e mantenendo i muscoli della schiena in buona forma.

Sintomi

I sintomi del mal di schiena possono includere:

  • Dolore sordo nella parte bassa della schiena;
  • Rigidità della parte bassa della schiena;
  • Formicolio o intorpidimento della/e gamba/e;
  • Formicolio o dolore in una natica;
  • Dolore all’anca;
  • Spasmi muscolari o tensioni dei muscoli della schiena;
  • Dolore acuto;
  • Difficoltà a camminare o in piedi dritto;
  • Debolezza della gamba o del piede.

A volte, il mal di schiena, è più su un lato della colonna vertebrale rispetto all’altro.

Alcune cause del mal di schiena

La maggior parte dei mal di schiena sono dovuti a problemi ai muscoli, legamenti e articolazioni. Problemi più seri si verificano quando sono interessati i nervi o il midollo spinale, di solito con pressione locale.

Stiramenti muscolari posteriori

Il mal di schiena può essere dovuto a un muscolo stirato o lacerato nella regione lombare. Ci sono molti muscoli coinvolti nella parte bassa della schiena, che aiutano a sostenere la colonna vertebrale e la parte superiore del corpo. Questi includono i muscoli estensori (come gli erettori spinali) ed i flessori (come le psoas).
Quando uno di questi muscoli è allungato o stirato, ci sono micro-lesioni nelle fibre muscolari e queste danno luogo ad infiammazione e dolore.

Malattia degenerativa del disco

La malattia degenerativa del disco si riferisce alle normali alterazioni dei dischi vertebrali causate dall’invecchiamento. Infatti, i dischi si comportano come ammortizzatori ma, a causa dell’età, diventano più rigidi, più secchi e più sottili; questo li rende meno flessibili ed elastici e possono limitare il movimento e causare dolore.

La malattia degenerativa del disco della colonna vertebrale può causare un dolore lombare cronico (in corso), intervallato da episodi più dolorosi di volta in volta. Il dolore è spesso piu’ acuto nell’atto del sedersi o alzarsi, quando si carica eccessivamente sul tratto lombare anzichè sulle gambe.

A questo si può ovviare usando la testa come locomotiva. Proprio così, la locomotiva parte in testa e trascina i vagoni, così se quando ci alziamo da sedie basse la testa inizia per prima il movimento e si allunga verso l’alto, trascina come una locomotiva la colonna vertebrale diminuendo il carico sulle vertebre lombari, che viene invece sostenuto dalle gambe.

Qual è il legame tra dolore lombare e problemi intestinali?

La risposta si può trovare nel collegamento tra il sistema digestivo e quello nervoso.
Infatti, i nervi del midollo spinale si collegano a muscoli ed organi con la stessa innervazione.
Quegli stessi nervi che innervano specifici organi nel nostro intestino, innervano anche i muscoli bassi della schiena. Non a caso, il dolore percepito è proprio nel tratto lombare basso.

Cattiva digestione, stitichezza, diarrea o colon irritabile sono pertanto spesso causa di mal di schiena. Quando ci sono tensioni e stress in uno degli organi digestivi, quell’organo invierà un messaggio al midollo spinale attraverso lo stesso nervo che va ad un corrispondente muscolo.
Di conseguenza, il muscolo, diventerà teso, contratto e doloroso.