Manipolazione viscerale


La Manipolazione viscerale è una modalità di approccio terapeutico funzionale per il corpo in quanto il corpo stesso del paziente rappresenta una guida per il Terapista durante la valutazione ed il trattamento.

È molto efficace nel porre rimedio a squilibri funzionali e strutturali del corpo come disfunzioni muscolo- scheletriche, vascolari, nervose, respiratorie, digestive ecc ecc. Alcuni esempi:
- mal di testa ed emicrania
- dolori alle articolazioni
- sciatica
- lombalgia
- reflusso
- ansia e depressione
La tecnica consiste in manipolazioni molto delicate, applicando una forza molto lieve in punti e zone precise con lo scopo di liberare restrizioni fasciali tra i vari organi e ridare mobilità e motilità agli organi stessi. Dunque si tratta di una tecnica sicura e non dolorosa. Dopo la prima seduta, come per tutte le terapie, può verifcarsi un transitorio peggioramento dei sintomi, spossatezza, tensione muscolare, mal di testa, tutti sintomi che si definiscono “ crisi di guarigione” e che difficilmente si presentano nelle sedute successive.
La manipolazione viscerale sul diaframma può apportare benefici al funzionamento del cardias (la regione anatomica di congiunzione tra esofago e stomaco), dunque si evita l'insorgere o si alleviano i sintomi del reflusso: bruciore dietro lo sterno, rigurgito, alito acido, singhiozzo, tosse ricorrente, eruttazioni, nausee ecc
- lesioni organiche in quanto la manipolazione potrebbe aggravare la lesione stessa
- gravidanza
- infezioni in atto
- stati febbrili


Lo scopo della VM è ricreare, armonizzare e aumentare la comunicazione propriocettiva nel corpo per migliorare il suo meccanismo interno, alleviando i sintomi di dolore, disfunzione e cattiva postura.

La manipolazione viscerale tratta gli squilibri funzionali e strutturali di una persona con l’obiettivo di influenzare la sua disfunzione muscolo-scheletrica, vascolare, nervosa, urogenitale, respiratoria, digestiva e linfatica.

Il mio percorso.

Per poter meglio spiegare questa Terapia manipolativa osteopatica utilizzerò l’introduzione presente nel sito del PGO Institute Barral Italia, presso il quale ho iniziato il mio percorso di Manipolazione Viscerale:

“Il lavoro clinico di Jean Pierre Barral con i visceri ha portato allo sviluppo di una forma di terapia manuale incentrata sugli organi interni, sul loro ambiente e sulla potenziale influenza su molte disfunzioni strutturali e fisiologiche. Il termine coniato per questa terapia è Manipolazione Viscerale (VM).


Il famoso motto di Jean-Pierre Barral, “Solo i tessuti sanno”, esprime che i tessuti del corpo hanno un’intelligenza profonda e innata. Tutto ciò che è accaduto nella nostra vita – lesioni, malattie, fattori di stress, ecc. – è registrato nei nostri tessuti.


Al centro della Manipolazione Viscerale (VM) c’è “ascoltare” i tessuti con le nostre mani. Attraverso le tecniche di ascolto manuale, le mani sentono dove i tessuti stanno tirando verso le aree di restrizione, le aree in cui il corpo non si muove e le aree di maggiore impatto sul benessere della persona dal punto di vista della terapia manuale.


In sintesi l’Osteopatia Viscerale risulta efficace nel porre rimedio a squilibri funzionali e strutturali del corpo, tra cui problematiche muscolo scheletriche come sciatiche, lombalgie, dolori alle spalle ecce cc ed inoltre per problemi vascolari, nervosi, urogenitali, respiratori, digestivi, linfatici.