Dolori cervicali:
cause, sintomi e rimedi

I dolori cervicali sono un problema comune che può avere un impatto significativo sulla qualità della vita. Possono essere causati da una varietà di fattori, tra cui problemi posturali, lesioni muscolari o vertebrali, patologie degenerative e stress.

I dolori cervicali possono essere causati da una varietà di fattori, tra cui:

  • Problemi posturali: Mantenere una posizione scorretta per molto tempo può causare dolori cervicali, come ad esempio quando si lavora al computer o si guida per molte ore.
  • Lesioni muscolari: Le lesioni ai muscoli del collo, come ad esempio le distorsioni o le contratture, possono causare dolori cervicali. Lesioni alle vertebre cervicali:
  • Traumi come le contusioni, le fratture o le lussazioni delle vertebre cervicali possono causare dolori cervicali.
  • Patologie degenerative: Alcune patologie degenerative come l'artrosi cervicale o le ernie del disco possono causare problemi ed infiammazioni alle vertebre cervicali e ai tessuti circostanti.
  • Stress e tensione muscolare: La tensione emotiva può causare tensione muscolare nelle regioni cervicali e alla fine causare dolore.

I sintomi dei dolori cervicali possono variare a seconda della causa. I sintomi più comuni includono:

  • Dolore: Il dolore è il sintomo più comune dei dolori cervicali. Può essere localizzato in qualsiasi parte del collo, dalla base del cranio alla parte superiore della schiena.
  • Rigidità: La rigidità è un altro sintomo comune dei dolori cervicali. Può rendere difficile muovere il collo o girare la testa.
Il primo approccio terapeutico, dolce e del tutto indolore è con la terapia manuale “ StrainCountstrain “ che permette di togliere disfunzioni a livello delle vertebre cervicali anteriori e/o posteriori, responsabili di possibili cefalee diffuse, vertigini, possibile tosse, ipoacusia, ronzii,acufeni. Successivamente con la manipolazione dei nervi periferici secondo la metodica del Barral Institute, essendo i nervi sottoposti a costrizioni intrinseche ed estrinseche permanenti , si diagnosticano e si liberano i surplus di tensioni meccaniche intra ed extra neurali e si trattano soltanto zone molto precise, su dei punti molto particolari, laddove c’è sofferenza, la’ dove queste tecniche risultano essere estremamente efficaci fin dalla prima seduta.
Come strumento fisioterapico utilizzo lo Scenar con i suoi protocolli locali, mentali, energetici, linfatici, ormonali, immunitari, adattativi. Con il suo segnale elettrico, a bassissima frequenza, bifasico e bipolare, , perfettamente compatibile con la corrente che scorre nei nostri nervi, lo Scenar si modula con l’organismo e lo aiuta a riequilibrarsi favorendone il riequilibrio (omeostasi) ed accelerando i tempi di guarigione.
Il numero di sedute iniziali può approssimativamente variare dalle 5 alle 10 e questo dipende dalla cronicità , dall’età del paziente, dalla diversa risposta di ognuno. Successivamente il paziente viene invitato a tornare in studio a distanza di un mese massimo un mese e mezzo, per quello che chiamò “ tagliando” per una seduta di mantenimento dei benefici ottenuti.